Top

Aumenta la tutela del Ministero degli Affari Esteri offerta ai connazionali all’estero

agosto 6, 2015 by Italo 

Da qualche anno non navighiamo più in acque tranquille, sembra che viaggiare non rappresenti più un momento ricreativo ma un motivo d’ansia. Non si tratta di congetture o paranoie, è la realtà dei fatti, negli ultimi tempi si contano diverse tragedie il cui artefice è la mente squilibrata dell’uomo. L’ultimo disastro che si è verificato è l’attentano nelle spiagge a sud di Tunisi, lo scorso 26 giugno: si sono contati 37 morti.  Se la minaccia fosse legata ad un solo territorio i danni potrebbero essere contenuti, ma dal momento in cui sembra estendersi oltre i confini statali, c’è da preoccuparsi. Prendendo atto di tale scenario, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale si adopera, mettendo a disposizione nuovi strumenti per facilitare il controllo e l’eventuale soccorso dei nostri connazionali. Il Ministro Paolo Gentiloni, lo scorso 22 luglio presso la Sala Operativa dell’Unità di Crisi della Farnesina, ha presentato i nuovi siti web istituzionali “Viaggiare sicuri” e “Dove siamo nel mondo”, due portali al servizio del cittadino. Il primo utile per ottenere informazioni di carattere generale sui Paesi esteri, con particolare riferimento a quelle notizie relative ai fattori di rischio e ai livelli di sicurezza, alla situazione sanitaria, alle condizioni di viabilità; l’altro per consentite agli italiani che si recano temporaneamente all’estero di indicare, su base volontaria, i dati personali, al fine di permettere all’Unità di Crisi di pianificare con maggiore rapidità e precisione interventi di soccorso, nell’eventualità che si verifichino situazioni di grave emergenza. Insomma, si sta sviluppando una sorta di Google Maps umano, con tanto di punteruolo sul nostro nome.

Da qualche anno non navighiamo più in acque tranquille, sembra che viaggiare non rappresenti più un momento ricreativo ma un motivo d’ansia. Non si tratta di congetture o paranoie, è la realtà dei fatti, negli ultimi tempi si contano diverse tragedie il cui artefice è la mente squilibrata dell’uomo. L’ultimo disastro che si è verificato è l’attentano nelle spiagge a sud di Tunisi, lo scorso 26 giugno: si sono contati 37 morti.

child-355176_1280

Se la minaccia fosse legata ad un solo territorio i danni potrebbero essere contenuti, ma dal momento in cui sembra estendersi oltre i confini statali, c’è da preoccuparsi. Prendendo atto di tale scenario, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale si adopera, mettendo a disposizione nuovi strumenti per facilitare il controllo e l’eventuale soccorso dei nostri connazionali all’estero.

japan-218615_1280

Il Ministro Paolo Gentiloni, lo scorso 22 luglio presso la Sala Operativa dell’Unità di Crisi della Farnesina, ha presentato i nuovi siti web istituzionali “Viaggiare sicuri” e “Dove siamo nel mondo, due portali al servizio del cittadino.

Il primo è utile per ottenere informazioni di carattere generale sui Paesi esteri, con particolare riferimento a quelle notizie relative ai fattori di rischio e ai livelli di sicurezza, oltre alla situazione sanitaria e alle condizioni di viabilità; l’altro per consentite agli italiani che si recano temporaneamente all’estero di indicare, su base volontaria, i dati personali, al fine di permettere all’Unità di Crisi di pianificare con maggiore rapidità e precisione interventi di soccorso, nell’eventualità che si verifichino situazioni di grave emergenza.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags: , ,

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom