Top

Ospitalitá Italiana: sentirsi a casa, ovunque nel mondo

giugno 26, 2015 by Italo 

L’ospitalità non si improvvisa ed è la base del successo legato all’accoglienza turistica. Ma quali sono gli ingredienti necessari per trasformare lo stile italiano di accogliere in una esperienza di “ospitalità a tutto campo”?
La risposta possiamo trovarla nel Marchio Ospitalità Italiana, un processo di certificazione gratuito, volontario e rinnovabile annualmente, che enfatizza la qualità del servizio nel settore turistico e della ristorazione. Esso nasce in Italia per certificare i servizi turistici degli alberghi e nel corso degli anni viene esteso ad altri servizi turistici (ristoranti, agriturismi, stabilimenti balneari, camping, ecc) ed esteso alle eccellenze italiane all’estero.
Il Marchio Ospitalità Italiana è disciplinato da un apposito regolamento e prevede che esso possa essere utilizzato dalle strutture turistico-ricettive a fini promozionali, offrendo al cliente la garanzia del rispetto dei requisiti di qualità definiti nel relativo disciplinare. L’ottenimento del Marchio comporta l’inserimento della struttura nel catalogo nazionale pubblicato e diffuso dall’ISNART. Le imprese del settore turistico-ricettivo interessate ad ottenere questo riconoscimento debbono rispettare il relativo disciplinare e sottoporsi a verifiche da parte di un ente terzo e indipendente: si tratta, quindi, di una vera e propria garanzia di qualità.
L´iter per ottenere il marchio Ospitalità Italiana è molto scrupoloso e si articola seguendo diverse fasi:
1 La singola impresa, autonomamente, sottopone il proprio dossier di candidatura alla Camera di Commercio.
2 Dopo aver superato un controllo preliminare, l´impresa viene valutata in modo rigoroso da parte di tecnici specializzati che si recano in loco ed osservano la qualità dei servizi offerti.
3 Terminata la fase delle valutazioni tecniche, una commissione provinciale formata da un rappresentante della Camera di Commercio, da rappresentanti delle associazioni di categoria e dei consumatori e dai tecnici IS.NA.R.T. si riunisce per le valutazioni finali.
Con piú di 1.700 ristoranti italiani certificati in tutto il mondo, gli obiettivi di Ospitalità Italiana sono: supportare e valorizzare i ristoranti italiani nel mondo nella promomozione dei prodotti agroalimentari italiani, rispettare standard di qualità elevati, costituire un network che permetta di valorizzare i territori di provenienza dei prodotti e di garantire l´autenticità dei marchi tipici (D.O.P./I.G.P.) attraverso la realizzazione di eventi promozionali dedicati alle eccellenze italiane.
Ospitalitá italiana costituisce indubbiamente una garanzia per il cliente e, allo stesso tempo, l´occasione di una puntuale ed accurata supervisione delle aziende che vi partecipano.

L’ospitalità non si improvvisa ed è la base del successo legato all’accoglienza turistica. Ma quali sono gli ingredienti necessari per trasformare lo stile italiano di accogliere in una esperienza di “ospitalità a tutto campo”?

La risposta possiamo trovarla nel Marchio Ospitalità Italiana, un processo di certificazione gratuito, volontario e rinnovabile annualmente, che enfatizza la qualità del servizio nel settore turistico e della ristorazione.

Esso nasce in Italia per certificare i servizi turistici degli alberghi e nel corso degli anni viene esteso ad altri servizi turistici (ristoranti, agriturismi, stabilimenti balneari, camping, ecc) ed esteso alle eccellenze italiane all’estero.

pasta-663096_1280

Il Marchio Ospitalità Italiana è disciplinato da un apposito regolamento e prevede che esso possa essere utilizzato dalle strutture turistico-ricettive a fini promozionali, offrendo al cliente la garanzia del rispetto dei requisiti di qualità definiti nel relativo disciplinare. Lottenimento del Marchio comporta l’inserimento della struttura nel catalogo nazionale pubblicato e diffuso dall’ISNART.

Le imprese del settore turistico-ricettivo interessate ad ottenere questo tipo di riconoscimento devono rispettare i requisiti definiti nel disciplinare del programma di certificazione e sottoporsi a verifiche da parte di un ente terzo e indipendente: si tratta, quindi, di una vera e propria garanzia di qualità.

L´iter per ottenere il marchio Ospitalità Italiana è molto scrupoloso e si articola in diverse fasi:

  1. La singola impresa, autonomamente, sottopone il proprio dossier di candidatura presso la Camera di Commercio competente.
  2. Dopo aver superato un controllo preliminare, l’impresa viene esaminata in modo rigoroso, attraverso una visita di valutazione in loco che mira a rilevare la qualità dei servizi offerti.
  3. Terminata la fase delle valutazioni tecniche, una commissione formata da un rappresentante della Camera di Commercio, da rappresentanti delle associazioni di categoria e dei consumatori e dai tecnici ISNART si riunisce per le valutazioni finali.

Ospitalità-Italiana1

Con piú di 1.700 ristoranti italiani certificati in tutto il mondo, gli obiettivi di Ospitalità Italiana sono: supportare e valorizzare i ristoranti italiani nel mondo nella promozione dei prodotti agroalimentari italiani, rispettare standard di qualità elevati, costituire un network che permetta di valorizzare i territori di provenienza dei prodotti e di garantire l’autenticità dei marchi tipici (D.O.P./I.G.P.) attraverso la realizzazione di eventi promozionali dedicati alle specialità italiane.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags:

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom