Top

Il passaporto italiano tra i più “potenti” al mondo

giugno 23, 2015 by Italo 

Secondo un indice stilato dalla società di consulenza finanziaria Arton Capital, i cittadini americani e inglesi sono quelli che possono accedere a più Paesi senza richiedere un visto in anticipo. Agli ultimi posti Sud Sudan e Territori Palestinesi. L’Italia è terza.
Per redigere la graduatoria,  il cosiddetto Passport Index, gli analisti di Arton Capital hanno contato il numero di Paesi che un cittadino di un determinato stato può visitare senza bisogno di richiedere un visto prima della partenza o senza doverlo comprare una volta arrivato nel paese.
Fatti questi calcoli, gli individui con cittadinanza statunitense o inglese sono risultati i viaggiatori più “liberi”: possono infatti recarsi in 147 nazioni. In seconda fascia, con 145 Paesi visitabili senza ulteriori complicazioni burocratiche, si trovano Francia, Corea del Sud e Germania. Subito dopo, Italia e Svezia (144) che si piazzano così in terza fascia.
Per capire il “peso” dei passaporti di queste nazioni e la libertà di spostamento che garantiscono bisogna fare un confronto con chi sta al fondo della classifica. Per esempio, un cittadino del Sud Sudan o dei Territori Palestinesi può recarsi solo in 28 nazioni senza effettuare una richiesta preventiva di visto, appena un quinto delle possibilità rispetto a un cittadino italiano.

Secondo un indice stilato dalla società di consulenza finanziaria Arton Capital, i cittadini americani e inglesi sono quelli che possono accedere a più paesi senza richiedere un visto in anticipo. Agli ultimi posti Sud Sudan e Territori Palestinesi. L’Italia è terza.

Immagine 1

Per redigere la graduatoria,  il cosiddetto Passport Index, gli analisti di Arton Capital hanno contato il numero di paesi che un cittadino di un determinato stato può visitare senza bisogno di richiedere un visto prima della partenza o senza doverlo comprare una volta arrivato nel paese.

Fatti questi calcoli, gli individui con cittadinanza statunitense o inglese sono risultati i viaggiatori più “liberi”: possono infatti recarsi in 147 nazioni. In seconda fascia, con 145 Paesi visitabili senza ulteriori complicazioni burocratiche, si trovano Francia, Corea del Sud e Germania. Subito dopo, Italia e Svezia (144) che si piazzano così in terza fascia.

Per capire il “peso” dei passaporti di queste nazioni e la libertà di spostamento che garantiscono bisogna fare un confronto con chi sta al fondo della classifica. Per esempio, un cittadino del Sud Sudan o dei Territori Palestinesi può recarsi solo in 28 nazioni senza effettuare una richiesta preventiva di visto, appena un quinto delle possibilità rispetto a un cittadino italiano.

camera-514992_1280

Fonte:  www.passportindex.org

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags:

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom