Top

Slovak Business News

aprile 17, 2015 by Italo 

Misure sociali: riduzione dell’imposta sui salari per i beneficiari di uno stipendio basso, previsione di una paga minima più alta e biglietti dei treni gratuiti per gli studenti e per gli anziani (imminente sarà l’applicazione di uno sconto del 50 % per i pendolari regolari).
Il governo ha invitato gli investitori stranieri ad entrare nel business del trasporto ferroviario di merci, sta vendendo la propria partecipazione del 49% in Slovak Telekom e sta cercando partner privati per costruire un’autostrada e un ospedale a Bratislava. Dall’altra parte, il governo ha recentemente municipalizzato la centrale idroelettrica di Gabcikovo e sta valutando di riprendersi la Slovenske elektrane.
La crescita economica continua a migliorare leggermente creando nuovi posti di lavoro. I prezzi al consumatore potrebbero continuare a scendere come nel 2014.
POLITICA
Fallisce il referendum sulle questioni familiari e sui diritti delle coppie omosessuali promosso da Family Alliance: la costituzione richiede una partecipazione del 50% affinchè il referendum sia considerato valido, ma il 78.6% degli elettori ha ignorato il quesito facendo decadere la votazione. “La bassa partecipazione ha dimostrato che gli slovacchi non giudicano le coppie omosessuali un problema”, ha detto Martin Macko, promotore dell’iniziativa Otherness. Egli ha anche aggiunto che ora è il momento di adottare specifiche misure riguardo il riconoscimento delle coppie omosessuali.
Dopo il referendum, la questione potrebbe tornare in auge prima delle elezioni generali fissate per il 5 marzo 2016. Un sondaggio ha mostrato che l’85% degli slovacchi non è d’accordo con i matrimoni omosessuali, il 78% non ritiene opportuno concedere la possibilità di adottare un bambino, mentre il 70% considera utile l’educazione sessuale. Le persone più giovani sono le più tolleranti: ben i il 69% degli studenti è d’accordo con i matrimoni omosessuali.
ll governo sta utilizzando i ricavi derivanti dalle  tasse per implementare un “pacchetto sociale“ pianificando di spendere 200 milioni di euro su  di esso. La più costosa delle misure, con un costo annuale di 146 milioni di euro, è il taglio dei prelievi in ambito sanitario per i bassi percettori di reddito. Sono inoltre previste altre misure per migliorare il mercato del lavoro- prendendo i pagamenti dei benefici di sussistenza per coloro che ricercano lavori meno pagati, aumento del numero di scuole materne, assistenza alle donne che rientrano a lavoro dopo un periodo di maternità e aumento di sconti per chi si reca a lavoro in treno. Sono invece discutibili le misure riguardanti l‘aumento della tredicesima, corse di treni gratis per studenti e anziani o sussidi pianificati di vacanze in Slovakia per famiglie con bambini in età scolare, secondo cui le famiglie dovranno pagare metà dei 300 euro di voucher per le vacanze in Slovacchia e i loro datori di lavoro l’altra metà e la quota del voucher sarà deducibile dalle tasse.
Sforzi per migliorare le condizioni di fare business per le start-up
Il governo sta cercando di migliorare le condizioni di business per le start-up innovative attraverso diverse misure: una delle misure proposte è una semplice società per azioni con capitalizzazione basica di 1 euro.
Obiettivo delle nuove misure sono: facilitare l’acquisizione di nuovi capitali per le strat-up e rendere più flessibile le relazioni tra fondatori e investitori.
Con le nuove misure le start-up non devono pagare tasse di licenza per i primi tre anni; lo Stato offrirà un aiuto per la pianificazione strategica, servizi di assistenza tecnologica e legale e fornirà il visto per 12 mesi aglimpiegati delle start-up provenienti da Paesi al di fuori dell’UE.
Operazioni di privatizzazione da parte del governo slovacco
Il governo sta procedendo con la vendita del 49% delle azioni possedute nella Telecom slovacca. Il primo ministro Robert Fico ha annunciato la volontà di utilizzare un miliardo di eruro proveniente dalla vendita delle azioni per acquisire il 66% di azioni di Slovenské elektrárne che Enel sta vendendo. Tuttavia resta incerto quando Enel venderà le azioni.
Il governo sta procedendo ad un’altra operazione di privatizzazione dello spedizioniere ŽS Cargo, firmando un contratto di vendita del 66% delle azioni nella sua sussidiaria, Cargo Wagon, a un’impresa svizzera AEE nel prossimo Marzo. ŽS Cargo utilizzaerà i soldi per ripagare parte dei suoi debiti.
Il governo ha inoltre invitato investitori privati a prendere parte alla costruzione di un nuovo ospedale a Bratislava e un passaggio dell’autostrada di Bratislava. Tali progetti sono pianificati come partnership tra pubblico e privato (PPP). Sette imprese hanno mostrato un preliminare interesse nel costruire un nuovo ospedale, tra cui due imprese italiane, una spagnola, Agel posseduta dal ceco Tomas Cherenek, l‘impresa di costruzioni Metrostav e Sanigest CEE. Il ministro sceglierà uno di loro entro la fine dell’anno.
Nove consorzi hanno mostrato interesse nella realizzazione del passaggio dell‘autostrada di Bratislava come partnership tra pubblico e privato. L’inizio dei lavori di realizzazione sono influenzati dalle decisioni degli analisti che considerano i due progetti relativi all’autostrada e ospedale di Bratislava come troppo costosi.
Ruolo dello Stato sul sistema pensionistico
Il governo ha inoltre adottato un ulteriore misura legata all’apertura di un secondo pilastro pensionistico per l’entrata e uscita di clienti in quanto secondo il governo su 1,46 milioni di persone appartenenti a questo secondo pilastro 1 milione non deve essere lì ed uscire; si tratta precisamente di lavoratori con più di 45 anni o con con un salario al di sotto della media. In questo modo il governo potrà prendere i soldi di coloro che lasceranno il secondo pilastro pensionistico per darli all’assicuratore sociale SP.
Consolidamento fiscale
Le agenzie di rating apprezzano la prudente politica fiscale attuata dal governo. Le tre più importanti agenzie di rating hanno confermato che il rating della Slovacchia nel primo trimestre sulla base di una solida crescita economica e livelli moderati di debito pubblico è: A per Standard & Poor’s con un positivo profilo, A2 per Moody’s con stabile profilo e A+ con stabile profilo.
Il budget pubblico ha chiuso il primo trimestre del 2015 con un deficit di 951,7 milioni di euro, un ammontare di ricavi aumentati dell‘8% per un totale di 2806 miliardi di euro, mentre le spese sono cresciute del 2,3% per un ammontare di 3.758 miliardi.
IL 16 Marzo il governo ha venduto azioni per un valore di 241.7 milioni di euro al più basso tasso di interesse di sempre. Inoltre la Slovacchia si è aggiunta alla classifica dei Paesi il cui governo ha negoziato azioni ad un tasso di interesse negativo nel mercato secondario. La ragione chiave di questo è la politica monetaria della banca centrale europea, che ha lanciato il programma di acquisto di azioni nell’euro zona il 9 Mazo al fine di spingere la crescita economica e prevenire la deflazione.
Il mercato del lavoro migliora
Il 2014 ha visto un notevole miglioramento del mercato del lavoro: occupazione +1.4%, salari reali +4.2%, disoccupazone -13.2%.
Retribuzione oraria media(escludendo agricoltura e pubblica amministrazione)
Austria 31.5 Euro/ora.
Slovacchia 9.7 Euro/ora.
Repubblica Ceca 9.4 Euro/ora.
Polonia 8.4 Euro/ora.
Ungheria 7.3 Euro/ora.
La crescita del PIL si velocizza
Il PIL slovacco è cresciuto in termini reali del 2.4% nel 2014 (+1.4% del 2013).
Le famiglie potranno beneficiare grazie alla crescita di un abbassamento dei prezzi e di mutui a basso costo.
Il calo dei prezzi
Il prezzo dei trasporti è sceso del 6.4% a Marzo.
Il prezzo del cibo e delle bevande analcoliche è sceso del 1.3%.
In generale i prezzi sono scesi o rimasti invariati da Febbraio 2014.
Assenza di inflazione.
Il commercio estero ristagna
L’economia della Slovacchia è fortemente connessa con i rapporti commerciali oltre confine.
Export quasi nullo nei primi due mesi di quest’anno.
La ragione fondametale è da attribuire a forti flussi di investimento all’estero

ID-10011901

Politica

  • Fallisce il referendum sulle questioni familiari e sui diritti delle coppie omosessuali promosso da Family Alliance: la costituzione richiede una partecipazione del 50% affinché il referendum sia considerato valido, ma il 78.6% degli elettori ha ignorato il quesito facendo decadere la votazione. “La bassa partecipazione ha dimostrato che gli slovacchi non giudicano le coppie omosessuali un problema”, ha detto Martin Macko, promotore dell’iniziativa Otherness. Egli ha anche aggiunto che ora è il momento di adottare specifiche misure riguardo il riconoscimento delle coppie omosessuali.
  • Dopo il referendum, la questione potrebbe tornare in auge prima delle elezioni generali fissate per il 5 marzo 2016. Un sondaggio ha mostrato che l’85% degli slovacchi non è d’accordo con i matrimoni omosessuali, il 78% non ritiene opportuno concedere la possibilità di adottare un bambino, mentre il 70% considera utile l’educazione sessuale. Le persone più giovani sono le più tolleranti: ben i il 69% degli studenti è d’accordo con i matrimoni omosessuali.
  • ll governo sta utilizzando i ricavi derivanti dalle  tasse per implementare un secondo “pacchetto sociale“, pianificando di spendere 200 milioni di euro su  di esso. La più costosa delle misure, con un costo annuale di ben 146 milioni di euro, è il taglio dei prelievi in ambito sanitario per i percettori di un reddito basso. Sono, inoltre, previste altre misure per migliorare il mercato del lavoro- prendendo i pagamenti dei benefici di sussistenza per coloro che ricercano lavori meno pagati, aumento del numero di scuole materne, assistenza alle donne che rientrano a lavoro dopo un periodo di maternità e aumento di sconti per chi si reca a lavoro in treno. Sono, invece, discutibili le misure riguardanti l’aumento della tredicesima, corse di treni gratis per studenti e anziani o sussidi pianificati di vacanze in Slovacchia per famiglie con bambini in età scolare, secondo cui le famiglie dovranno pagare metà dei 300 euro di voucher per le vacanze in Slovacchia e i loro datori di lavoro l’altra metà e la quota del voucher sarà deducibile dalle tasse.

Condizioni di business per le start-up

  • Il governo sta cercando di migliorare le condizioni di business per le start-up innovative attraverso diverse misure, tra cui l’introduzione di una semplice società per azioni con capitalizzazione basica di 1 euro.
  • Obiettivo delle nuove misure sono: facilitare l’acquisizione di nuovi capitali per le strat-up e rendere più flessibili le relazioni tra fondatori ed investitori.
  • Con le nuove misure le start-up non devono pagare tasse di licenza per i primi tre anni; lo Stato offrirà un aiuto per la pianificazione strategica, servizi di assistenza tecnologica e legale e fornirà il visto per 12 mesi agli impiegati delle start-up provenienti da Paesi al di fuori dell’UE.

Operazioni di privatizzazione da parte del governo slovacco

  • Il governo sta procedendo con la vendita del 49% delle azioni possedute nella Telecom slovacca. Il primo ministro Robert Fico ha annunciato la volontà di utilizzare un miliardo di euro, proveniente dalla vendita delle azioni, per acquisire il 66% di azioni di Slovenské elektrárne, quota che Enel sta vendendo. Tuttavia, resta ancora incerto quando Enel venderà le azioni.
  • Il governo sta procedendo ad un’altra operazione di privatizzazione dello spedizioniere ŽS Cargo, firmando un contratto di vendita del 66% delle azioni nella sua sussidiaria, Cargo Wagon, a un’impresa svizzera AEE nel prossimo Marzo. ŽS Cargo utilizzaerà i soldi per ripagare parte dei suoi debiti.
  • Il governo ha inoltre invitato gli investitori privati a prendere parte alla costruzione di un nuovo ospedale a Bratislava e un passaggio dell’autostrada di Bratislava. Tali progetti sono pianificati come partnership tra pubblico e privato (PPP). 7 imprese hanno già dimostrato un interesse preliminare nella costruzione di un nuovo ospedale, tra cui due imprese italiane, una spagnola, Agel posseduta dal ceco Tomas Cherenek, l‘impresa di costruzioni Metrostav e Sanigest CEE. Il Ministero sceglierà uno di loro entro la fine dell’anno.
  • 9 consorzi hanno mostrato interesse nella realizzazione del passaggio dell’autostrada di Bratislava come partnership tra pubblico e privato. L’inizio dei lavori di realizzazione sono influenzati dalle decisioni degli analisti che considerano i due progetti relativi all’autostrada e all’ospedale di Bratislava come troppo costosi.

Sistema pensionistico

Il governo ha adottato un’ulteriore misura legata all’apertura di un secondo pilastro pensionistico per l’entrata e uscita di clienti, in quanto secondo il governo su 1,46 milioni di persone appartenenti a questo secondo pilastro 1 milione non deve essere lì ed uscirne; si tratta, precisamente, di lavoratori con più di 45 anni o con con un salario al di sotto della media. In questo modo, il governo potrà reinvestire i soldi di coloro che lasceranno il secondo pilastro pensionistico a beneficio dell’assicuratore sociale SP.

Consolidamento fiscale

  • Le agenzie di rating apprezzano la prudente politica fiscale attuata dal governo. Le 3 più importanti agenzie di rating hanno confermato che il rating della Slovacchia nel primo trimestre sulla base di una solida crescita economica e livelli moderati di debito pubblico è: A per Standard & Poor’s con un profilo positivo, A2 per Moody’s con profilo stabile, chiudendo con A+.
  • Il budget pubblico ha chiuso il primo trimestre del 2015 con un deficit di 951,7 milioni di euro, un ammontare di ricavi aumentati dell‘8% per un totale di 2806 miliardi di euro, mentre le spese sono cresciute del 2,3% per un ammontare di 3.758 miliardi.
  • Il 16 Marzo il governo ha venduto azioni per un valore di 241.7 milioni di euro al più basso tasso di interesse di sempre. Inoltre, la Slovacchia si è aggiunta alla classifica dei Paesi il cui governo ha negoziato azioni ad un tasso di interesse negativo nel mercato secondario. La ragione chiave di questo è la politica monetaria della Banca Centrale Europea, che ha lanciato il programma di acquisto di azioni nell’eurozona lo scorso 9 Marzo, al fine di spingere la crescita economica e prevenire la deflazione.

Mercato del lavoro

  • Il 2014 ha visto un notevole miglioramento del mercato del lavoro: occupazione +1.4%, salari reali +4.2%, disoccupazione -13.2%.

Retribuzione oraria media (escludendo il settore agricolo e della pubblica amministrazione)

  • Austria 31.5 Euro/ora.
  • Slovacchia 9.7 Euro/ora.
  • Repubblica Ceca 9.4 Euro/ora.
  • Polonia 8.4 Euro/ora.
  • Ungheria 7.3 Euro/ora.

PIL

  • Il PIL slovacco è cresciuto in termini reali del 2.4% nel 2014 (+1.4% del 2013).
  • Le famiglie potranno beneficiare grazie alla crescita di un abbassamento dei prezzi e di mutui a basso costo.

Prezzi

  • Il prezzo dei trasporti è sceso del 6.4% a Marzo.
  • Il prezzo del cibo e delle bevande analcoliche è sceso del 1.3%.
  • In generale i prezzi sono scesi o rimasti invariati da Febbraio 2014.
  • Assenza di inflazione.

Commercio Estero

  • L’economia della Slovacchia è fortemente connessa con i rapporti commerciali oltre confine.
  • Si è registrato un tasso di export quasi nullo nei primi due mesi di quest’anno. La ragione fondamentale è da attribuire a forti flussi di investimento all’estero.

Fonte: Symsite

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags: ,

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom