Top

Fiscal Compact

aprile 11, 2014 by Italo 

Il Governo slovacco presenterà, a breve, i propri piani di politica fiscale, nei quali introdurrà nuove tasse per arrivare al pareggio di bilancio nel 2017, obiettivo previsto dal Fiscal Compact dell’Unione Europea.
Vari quotidiani slovacchi, hanno pubblicato una lista delle probabili misure che verranno introdotte; tra queste figurano un aumento delle tasse su beni mobili ed immobili, oltre ad una ritenuta del 19% per i compensi derivanti da sponsorizzazioni e benefits che le società farmaceutiche forniscono ai medici, pagamenti che l’anno scorso ammontavano a 41 milioni di euro.
Si parla anche dell’introduzione dell’obbligo di utilizzo dei registratori di cassa per i medici, gli alberghi, i notai e i tassisti.
Per quanto riguarda le imprese e le banche, invece, il carico fiscale sarà mantenuto sull’attuale livello.
Si sta valutando anche l’abolizione totale del secondo pilastro pensionistico, quindi la nazionalizzazione dei fondi pensionistici privati gestisti da banche, assicurazioni o altre società di gestione del risparmio. Attualmente, 5,9 miliardi di euro sono gestiti da questo tipo di fondi e lo Stato, acquisendone il controllo, taglierebbe immediatamente il rapporto debito pubblico/PIL dell’8%.
L’IVA slovacca rimarrà invariata al 20% e, come prevede la legge attualmente in vigore, nel 2015, se il deficit finanziario sarà minore del 3% del PIL, diminuirà.

1964735_10204982836743501_310404024_n

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags:

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom