Top

Modifiche alla normativa sugli aiuti statali

gennaio 10, 2014 by Italo 

Dal 1 luglio 2014 le norme UE sugli aiuti statali saranno notevolmente riviste. I cambiamenti avranno un impatto significativo anche sul regime degli aiuti per gli investimenti in Slovacchia.

1

Con la nuova normativa l’UE introdurrà nuovi orientamenti sugli aiuti regionali, un nuovo regolamento generale e una mappa delle regioni dell’Unione Europea che defininirà i massimali di intensità degli aiuti agli investimenti nelle rispettive regioni.
I cambiamenti avranno un impatto sostanziale sul regime slovacco degli aiuti statali, che dovrà essere modificato prima del 1 luglio 2014, in modo da allinearsi con le norme sugli aiuti UE .
La questione più importante è che l’intensità degli aiuti, per molte regioni dell’UE, sarà abbassata in proporzione al prodotto interno lordo, il quale, essendo superiore rispetto 7 anni fa, determina la diminuzione dell’urgenza nella concessione degli aiuti agli investimenti.
La mappa regionale dell’UE divide la Slovacchia in quattro regioni e la portata degli aiuti è confrontata con la media del PIL europeo.
L’importo effettivo è basato su una percentuale degli investimenti e/o costi salariali (costi salariali lordi per un periodo di 2 anni), in base alla creazione di nuovi posti di lavoro, collegati al rispettivo progetto d’ investimento. Il settore delle PMI sarà maggiormente agevolato (rispettivamente 20% e 10%)
La nuova mappa regionale ha un impatto sulla fornitura degli aiuti agli investimenti anche negli altri paesi dell’Europa centro-orientale. Nella Repubblica Ceca l’intensità dell’aiuto non può superare il 25% indipendentemente dalla regione. La situazione in altri paesi CEE è diversificata. Nella maggior parte dei paesi l’intensità varia dal 25% al 50% a seconda della regione in cui si investirà.

Se state pianificando di affrontare investimenti consistenti, si raccomanda di valutare bene la possibilità di applicare l’attuale regime, visti i  cambiamenti piuttosto restrittivi.
Infatti, gli aiuti agli investimenti concessi ad una società (che ha chiuso la stessa o un’analoga attività nella regione CEE nei due anni precedenti alla presentazione della domanda di aiuto, o entro un periodo massimo di due anni successivi al completamento dell’investimento nella zona interessata) dovranno essere notificati alla Commissione Europea; ed
è probabile che una simile restrizione sarà aggiunta al regime d’investimento slovacco.
Si noti che la notifica alla CE è una procedura che richiede tempo e in questa fase non si sa quale sarà l’approccio della Commissione stessa.
Pertanto, sarebbe da considerare la possibilità di compilare una richiesta per l’ottenimento di un aiuto sotto il regime attualmente in vigore.
In ogni caso, secondo le previsioni transitorie, è necessario che l’aiuto venga concesso prima del 1 luglio 2014. Sostanzialmente, ciò significa che le autorità slovacche dovranno prendere una decisione definitiva prima del 1 luglio 2014.

KPMG_NoCP_RGB

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags: , , , ,

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom