Top

Analisi del settore edile in Slovacchia

dicembre 16, 2013 by Italo 

Il 2014 dovrebbe essere l’anno in cui, più della metà degli amministratori di imprese edili dichiareranno la fine della crisi, dando così inizio al primo anno di stabilizzazione dell’industria delle costruzioni slovacca.
Gli amministratori sono ottimisti. Le aziende di ingeneria civile registreranno un’ulteriore crescita, aspettandosi di raggiungere posizioni da leader entro il 2015.
Con questa stabilizzazione nell’industria delle costruzioni, dovrebbero così migliorare le vendite e si potrà assistere ad una leggera accelerazione nela crescita di tutti i segmenti correlati. Tale tendenza dovrebbe proseguire anche nel 2015.
Le imprese edili supereranno la concorrenza nel 2014,(si riscontra un miglioramento nei risultati rispetto all’ultima indagine). Ora, in questo senso, un’azienda si può fidare di sei amministratori su dieci. Un maggior grado di fiducia è visto soprattutto nel segmento di ingegneria l’architettura.
L’utilizzo della capacità delle imprese di costruzione è sensibilmente aumentata, ma rimane tuttavia ancora bassa. Di poco crescente è, invece, il numero di aziende che hanno siglato contratti con durata superiore all’anno. I maggiori volumi di crescita negli ultimi sei mesi si sono concentrati principalmente in società del settore dell’ingegneria civile.
Tre quarti degli amministratori (76%) confermano che il numero di dipendenti della loro azienda, ha subito variazioni rispetto al 2008: a livello assoluto vi è stata una perdita nel numero di dipendenti, soprattutto di quelli impiegati come operai.
Tre direttori su dieci (29%) sostengono che il 2014, probabilmente sarà ancora dedicato alla riduzione dei costi, attraverso la riduzione del personale. L’attuazione di questo piano è previsto da circa il 38% delle società.
.
Le imprese edili con oltre 2.008 dipendenti
il lavoro del personale esterno ( ad esempio il personale
con licenza di commercio ) invece del rapporto di lavoro
occupazione permanente , conferma
Ogni seconda società di costruzioni (57 % ) .
In media, circa la metà del volume dei contratti di una società (55%), sono stati realizzati tramite esternalizzazione/ subappalto di alcune attività. Rispetto al 2008 questo riguarda quasi la metà delle aziende di  costruzione (41%).
l’efficienza misurata solo due terzi di costruzione
aziende , il più delle volte stanno facendo grandi imprese di costruzione .
In questo segmento aumenta del 92 % delle aziende .
Per rafforzare la sua competitività investe
oltre la metà delle imprese edili (59%) .
Budget di investimento sarà per il prossimo anno del 19%
inferiore rispetto al 2008 .Riportiamo highlights dell’analisi quartale del settore edile slovacco preparata da società CEEC Research. Analisi completa è disponibile in lingua slovacca per dowload http://www.ceec.eu/research/?iResearchId=75&do=downloadResearch.

Riportiamo l’highlights dell’analisi trimestrale del settore edile slovacco redatta dalla società CEEC Research. L’analisi completa è scaricabile in lingua slovacca al seguente link.

2

- Il 2014 dovrebbe essere l’anno in cui, più della metà degli amministratori di imprese edili dichiareranno la fine della crisi, dando così inizio al primo anno di stabilizzazione dell’industria delle costruzioni slovacca. I più ottimisti sono gli amministratori delle aziende di ingeneria civile.  Imprese edili registreranno un’ulteriore crescita, aspettandosi di raggiungere posizioni da leader entro il 2015.

- Con questa stabilizzazione nell’industria delle costruzioni, dovrebbero così migliorare le vendite e si potrà assistere ad una leggera accelerazione nella crescita di tutti i segmenti correlati. Tale tendenza dovrebbe proseguire anche nel 2015.

- Sei amministratori su dieci sono fiduciosi che la loro azienda supera i suoi concorrenti nel 2014. Un maggior grado di fiducia è visto soprattutto nel segmento di ingegneria edile.

- L’utilizzo della capacità produttive delle imprese di costruzione è sensibilmente aumentata, ma rimane tuttavia ancora bassa. Di poco crescente è, invece, il numero di aziende che hanno siglato contratti con durata superiore all’anno. I maggiori volumi di crescita negli ultimi sei mesi si sono concentrati principalmente in società del settore dell’ingegneria civile.

- Tre quarti degli amministratori (76%) confermano che il numero di dipendenti della loro azienda ha subito variazioni rispetto al 2008: a livello assoluto vi è stata una perdita nel numero di dipendenti, soprattutto di quelli impiegati come operai.

- Tre direttori su dieci (29%) sostengono che il 2014, probabilmente sarà ancora dedicato alla riduzione dei costi, attraverso la riduzione del personale. L’attuazione di questo piano è previsto da circa il 38% delle società.

- Le imprese edili rispetto al 2008 preferiscono maggiormente personale esterno (ad esempio personale con licenza) invece di personale con un contratto di lavoro. Oggi, ogni seconda società di costruzioni (57 % ), impiega personale esterno.

- In media, circa la metà del volume dei contratti di una società (55%), sono stati realizzati senza outsourcing/subappalto di alcune attività. 41% delle aziende di  costruzione conferma di ricorrere al outsourcing/subappalto più frequentemente rispetto al 2008.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags: , , , , ,

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom