Top

Modifiche alla legislazione slovacca: Giugno 2012

giugno 14, 2012 by Italo 

vlada sr

EURO ZONA Il Parlamento ha approvato il 31 Maggio scorso una nuova legge su Meccanismo Europeo di Stabilità (il cosidetto ESM piano di salvataggio permanente per l’eurozona). L’ESM è stato deciso per assistere i paesi incapaci a pagare i loro debiti. La Slovacchia pagherà all’ ESM 659,2 milioni di euro in moneta sino al 2014. Il resto della quota slovacca del fondo, per un totale di 5,8 miliardi di euro, sarà capitale disponibile da pagare nel caso in cui i fondi dell’ESM si esaurssero. l’Atto approvato  entra in vigore dal momento della pubblicazione sulla Collection of Act.

TASSE Il governo il 31 Maggio ha approvato una revisione (modifica) alla legge n. 222/2004 Coll. sull’IVA con l’obiettivo di ridurre l’evasione fiscale e applicare due direttive europee: la 2008/8/EC sul luogo di prestazione dei servizi e 2010/45/EU sul sistema IVA unificato.  A tutti coloro che avranno arretrati fiscali non sarà permesso di creare una nuova azienda o comprarne una già esistente, e la loro registrazione come contribuente IVA potrebbe essere revocata. Le aziende registrate come contribuenti IVA dovranno pagare mensilmente per il primo anno. Se il loro fatturato annuale del primo anno non supera i  100.000 euro, gli sarà concesso di pagare trimestralmente. Se l’autorità fiscale notifica una ditta che è in contatto con una società sospetta, entrambe le parti commerciali dovranno porre garanzia sul pagamento dell’IVA. I pagamenti in contanti non potranno superare i € 10.000 da ottobre 2013. Le compagnie saranno obbligate a depositare capitale di base in un conto speciale presso la tesoreria dello Stato. La revisione mira a rendere equivalenti le fatture cartacee ed elettroniche. La revisione prevede anche la modifica del codice penale, imponendo pene più severe per i reati fiscali. La revisione ha effetto dal 1 ° ottobre 2012.

TASSE Il governo ha approvato il 31 maggio una nuova legge su un Prelievo speciale alle Imprese che Operano in Settori Regolamentati. Le imprese in settori selezionati (assicurazioni commerciali e sanitarie, energia, telecomunicazioni, farmaceutica, servizi postali, le compagnie aeree e acquedotti) pagheranno una tassa speciale che ammonta al 0,351% dei loro profitti nel periodo tra settembre 2012 e dicembre 2013. Solo quelle imprese con profitti annuali superiori a € 3 milioni dovranno versare la tassa. La legge vieta alle imprese in questione di tradurre il prelievo in un aumento dei prezzi per i clienti. Il governo ha proposto che la revisione abbia effetto dal 1 ° settembre 2012.

BANCHE Il governo ha approvato il 31 Maggio una revisione alla legge n. 483/2001  sulle banche. Sulla base di una raccomandazione della Commissione europea, la revisione obbliga le banche ad offrire uno speciale pacchetto di servizi per le famiglie a basso reddito a partire dal luglio 2013. I clienti che presenteranno una dichiarazione di non guadagnare più del salario minimo e che non hanno un conto in banca potranno beneficiare di un pacchetto che costerà € 1 al mese inclusi versamenti, prelievi, bonifici, e una carta di debito. Il governo ha proposto che la revisione entri in vigore dal 1 ° gennaio 2013.

BANCHE Il governo ha approvato il 31 Maggio una modifica alla legge n. 384/2011 riguardante un prelievo speciale a degli istituti finanziari selezionati. Il prelievo alle banche dello 0,4%, verrà pagato dai depositi aziendali a partire dal quarto quadrimestre del 2012, sarà inoltre esteso anche ai depositi al dettaglio a partire da ottobre. Lo stato si aspetta di raccogliere un supplemento di € 27,5 milioni già quest’anno (in totale, il prelievo produrrà € 115 milioni quest’anno) e un supplemento di 110 milioni di euro nel 2013. La revisione vieta alle banche di far pesare il prelievo sui clienti. Il governo ha proposto una revisione in vigore il 1 ° settembre 2012.

ENERGIA Il Governo il 31 Maggio ha approvato una nuova legge sull’energia e contemporaneamente una revisione delle leggi collegate. Queste leggi accolgono il cosiddetto terzo pacchetto di liberalizzazioni europee (2009/72 relativo alle norme comuni per il mercato interno dell’energia elettrica e 2009/73 relativo alle norme comuni per il mercato interno del gas naturale, 713/2009 che istituisce un’Agenzia per la cooperazione delle autority di regolazione dell’energia; 714 / 2009 relativo alle condizioni di entrata di energia elettrica in reti transfrontaliere; 715/2009 sulle condizioni di ingresso in gasdotti  transfrontalieri e 994/2010 sulle misure per assicurare le forniture di gas). Le revisioni migliorarano la protezione dei clienti e facilitano il cambio del fornitore. Hanno anche stabilito regole per lo scorporamento di produzione e distribuzione di energie, nel caso del settore  elettrico, questo sarà fatto dalla proprietà. Nel caso del gas, le revisioni propongono tre modelli (proprietà divisa o NetWork di  operatori indipendenti),  il governo sceglierà il modello. Il governo ha proposto la legge e le revisioni in vigore il 1 ° settembre 2012.

ENERGIA Il Governo il 31 Maggio ha approvato una nuova legge sul Ufficio regolatore del settore di servizi di pubblica utilità, che rafforza i poteri e l’indipendenza del regolatore URSO. Potrà controllare i prezzi che le compagnie elettriche pagano alle loro filiali e società esterne. Il governo ha proposto la legge abbia effetto dal 1 settembre 2012.

ENERGIA Il 2 maggio il governo ha approvato una modifica al decreto n. 312/2007 , il quale fornisce i dettagli per la raccolta dei contributi all’interno del National Nuclear Fund per lo smaltimento delle scorie nucleari. Questa modifica segue la recente modifica all’Act No. 238/2006. La modifica al decreto è entrata in vigore lo scorso 1 giugno 2012.

TELECOMUNICAZIONI Il 31 maggio il governo ha approvato una modifica alla legge n. 362/2011 sulle comunicazioni elettroniche. Sulla scorta di questa revisione, l’autorità per le telecomunicazioni TÚ potrà distribuire frequenze di telefionia mobile tramite aste elettroniche. La TÚ renderà pubblici i partecipanti e le loro offerte soltanto una volta terminata l’asta. La TÚ intende portare a compimento le aste elettroniche (e-auctions) entro l’inizio del 2013. Il governo ha proposto che la revisione entri in vigore dall’1 settembre 2012.

FARMACI Il 23 maggio il governo ha approvato una modifica alla legge n. 362/2011 su farmaci e dispositivi sanitari. Questa revisione recepisce la Direttiva europea 2010/84/EU sulla supervisione dei farmaci di uso umano. Il governo ha proposto che la revisione entri in vigore dall’1 settembre 2012.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags: , , , , , , ,

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom