Top

Contribuzione per le imprese operanti in settori regolamentati

giugno 6, 2012 by Italo 

Il Ministero delle Finanze ha presentato la bozza del nuovo atto legislativo avente ad oggetto la Speciale contribuzione alle imprese nei settori regolamentati. La nuova legislazione dovrebbe entrare in vigore dal 1 settembre 2012 e dovrebbe rimanere in atto fino a dicembre 2013.

La bozza propone di introdurre un nuovo prelievo speciale sulle imprese regolamentate. Le imprese regolamentare sono persone giuridiche che traggono almeno il 50% delle proprie entrate da uno o più dei seguenti settori:

  • Energia
  • Assicurazioni e Ri-Assicurazioni
  • Assicurazioni sanitarie pubbliche
  • Comunicazioni elettroniche
  • Farmaceutici
  • Servizi postali
  • Trasporti ferroviari
  • Gestione pubblica della rete idrica e di quella fognaria
  • Trasporti aerei

1379758Ministro delle finanze Peter Kažimír

La base imponibile del nuovo contributo saranno i profitti contabili registrati in un periodo fiscale. L’obbligo a pagare il contributo sorgerà se la base imponibile attesa sarà di almeno 3 milioni di Euro.

Le imprese regolamentate per le quali sorgerà l’obbligo al pagamento del cotnributo, saranno obbligate a notificarlo all’autorità fiscale locale che cura le entrate fiscali del settore corporate e, per l’invio di questa notifica, avranno tempo fino alla fine del mese successivo al mese in cui ottengono la licenza per operare in uno dei settori  sopra indicati. Le imprese già esistenti, che al 1 settembre 2012 possiederanno le caratteristiche per il pagamento del contributo dovranno mandare la notifica entro il 30 settembre 2012.

Il contributo sarà calcolato come la base imponibile, ovvero come il profitto contabile moltiplicato per un’aliquota. L’aliquota sarà di 0,00351per ogni mensilità, corrispondente a 0,04212 per l’anno fiscale. Ad esempio, un’impresa con un profitto contabile annuale di 10 milioni di Euro dovrà pagare 35.100 Euro alla fine di ogni mese, vale a dire 421.200 nell’intero anno. Ai fini del calcolo del contributo, le imprese che redigono il Bilancio secondo i principi contabili IAS/IFRS dovranno adattare il loro profitto contabile IAS secondo un Transformation Bridge appositamente creato dal Ministero delle Finanze, oppure usare il profitto contabile secondo i Principi Contabili Slovacchi.

Si tenga presente che questa è soltanto una bozza che sarà sottoposta ad ulteriori processi legislativi. Vi terremo informati riguardo a futuri sviluppi.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags: , ,

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom