Top

I cambiamenti pianificati dal nuovo governo slovacco in merito alla legislazione fiscale

maggio 7, 2012 by Italo 

Tasse 2012
Durante il Tax Forum ceco-slovacco del 2012 tenuto a Brno dalle Camere dei consulenti in materia fiscale di Slovacchia e Repubblica Ceca il 16 ed il 17 aprile, i rappresentati dei Ministeri delle Finanze ceco e slovacco hanno brevemente esposto i cambiamenti da essi pianificati in merito alla legislazione fiscale di entrambi i paesi. Si deve comunque tener presente che quanto programmato dal Ministero delle Finanze è ancora suscettibile di variazione. Le recenti turbolenze politiche verificatesi in Repubblica Ceca potrebbero condurre a cambiamenti nell’esecutivo e quindi anche ad una modificazione dei piani riguardanti l’area fiscale. Monitoreremo quindi ulteriori sviluppi e terremo i lettori aggiornati in caso di cambiamenti futuri.

fico_kazimir

La Repubblica Slovacca
Il Ministero delle Finanze sta prendendo in esame cambiamenti sia nella tassazione delle persone fisiche che delle società. L’aliquota fiscale per le imprese dovrebbe salire dal 19% al 21%, esattamente come quella per le persone fisiche. Per queste ultime, però, potrebbe essere introdotta una nuova aliquota del 25% per i redditi eccedenti I 33.000 € annui.

Il Ministero vorrebbe rivedere quella che viene descritta come deformazione del sistema fiscale, ovvero le spese lump sum, ed unificare le basi imponibili per entrate personali, sicurezza sociale e contribuzioni al sistema sanitario. Ad ogni modo, a causa dei recenti problemi nell’ambito dell’implementazione di sitemi IT, è possible che l’introduzione di un singolo punto di raccolta per tasse, prelievi e contributi sociali/sanitari sia posticipata di almeno un anno, quindi le autorità fiscali non inizieranno a raggruppare i pagamenti sopraelencati prima del 1 gennaio 2014.

Il prelievo sugli immobili per le residenze di proprietà dovrebbe essere aumentato e l’aliquota fissata sulla base del valore della proprietà. Deduzioni fiscali ed altri metodi di compensazione per redditi bassi sono al vaglio.

Nuove tasse sui veicoli a motore saranno probabilmente introdotte. Una differente tassa dovrà esser pagata per la registrazione di un veicolo. In più, assieme alla già esistente Motor Vehicle Tax (introito delle amministrazioni regionali), una nuova tassa annuale dovrebbe essere imposta su quei veicoli che non sono attualmente soggetti alla  Motor Vehicle Tax, andando a confluire nel budget del governo centrale. Quest’ultima riguarderà principalmente le vetture usate a scopi personali (non business). Nell’imposizione di nuove tasse saranno probabilmente tenuti di conto criteri ambientali, come il livello di emissioni di CO2.

L’accisa su sigarette ed altri tipi di prodotti a base di tabacco dovrebbe essere aumentata il 1 marzo 2013 secondo la legislazione attuale, basata sugli accordi presi con l’Unione Europea per raggiungere l’armonizzazione delle imposte minime. Il Ministero delle Finanze sta valutando la possibilità di innalzare le tasse prima e/o maggiormente di quanto originariamente annunciato. Le accise su vino, birra ed altri alcolici potrebbero essere fonte di ulteriori entrate per lo stato.

L’IVA dovrebbe rimanere inalterata, al 20%.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags: , , , ,

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom