Top

Le recenti modifiche all’amministrazione fiscale slovacca

marzo 20, 2012 by Italo 

Amministrazione Fiscale

Recentemente, il Parlamento Slovacco ha approvato un’ulteriore modifica alla legge no.563/2009 sull’amministrazione fiscale che è efficace dal 9 Marzo 2012. L’emendamento al Codice dell’amministrazione finanziaria ha principalmente ad oggetto le disposizioni transitorie dirette a regolamentare l’imposizione di sanzioni e le archiviazioni elettroniche.

Sanzioni: la modifica legislativa prevede che nel caso in cui vengano avviati dei procedimenti fiscali  e non siano completati prima del 1 Gennaio 2012, queste saranno applicate secondo le disposizioni della  Legge no. 511/1992, valida fino al 31 Dicembre 2011, laddove siano soddisfatte le seguenti condizioni: l’istanza decisiva per l’imposizione di una sanzione si sia verificata prima del 31 Dicembre 2011 nonché laddove sia più favorevole per il contribuente. Tale disposizione può essere applicata solo nel caso in cui un atto o un’omissione del contribuente non sia stato definito come un reato amministrativo dalla legge tributaria o nel caso in cui la sanzione, secondo quanto previsto dalla legge di modifica,  sia inferiore rispetto alle disposizioni stabilite dalla legge previgente. La nuova disposizione relativa all’imposizione di sanzioni puo anche essere applicata nel caso in cui la sanzione non superi l’importo di 16.60 Euro.

L’archiviazione elettronica. Il 29 febbraio 2012, il Parlamento slovacco ha approvato un ulteriore emendamento alla legge n 563/2009 (Procedura di codice fiscale), in base al quale l’entrata in vigore dell’obbligo di consegnare tutta la documentazione per via elettronica da parte di soggetti definiti, viene nuovamente rinviata.

Originariamente, l’obbligo di consegnare la documentazione neccessaria online, per i contribuenti IVA (così come ai consulenti fiscali o avvocati in favore dei contribuenti), era stabilito per il 1 ° gennaio 2012. Questo è stato rinviato al 1 ° aprile 2012 e sulla base delle ultime modifiche, la nuova data dell’entrata in vigore è stata determinata per il 1 ° gennaio 2013.

I veicoli a motore: l’emendamento prevede che la tassa sui veicoli a motore graverà solo sugli autoveicoli utilizzati per i business registrati in Slovacchia. Lo scopo della modifica era quello di eliminare la doppia tassazione imposta sui veicoli registrati al di fuori della Slovacchia. Le persone fisiche, giuridiche o loro filiali inserite nel registro del commercio che utilizzano un veicolo intestato ad un non-residente, non saranno più considerati come soggetti tassabili. Il datore di lavoro che paga i rimborsi spese per l’uso del veicolo da parte di un dipendente sarà considerato come un soggetto tassabile rispetto a qualsiasi veicolo a motore se il dipendente lo utilizza per scopi lavorativi, indipendentemente dal fatto che quest’ultimo sia registrato come intestatario del veicolo o meno. L’obbligo di notifica sarà ridotto e si applica solo al momento in cui l’obbligo fiscale cessa di esistere.

La decadenza dei crediti, ai sensi dell’articolo 20 (2 ter) della l.595/2003 relativa all’imposta sul reddito come modificato e tenendo conto delle condizioni di cui all’articolo 19 (2i) e dell’articolo 20 (14) di SITA, il contribuente potrà usufruire di deduzioni sui crediti non vincolati da un termine di decadenza.

Tassazione deducibile: Ai sensi dell’articolo 20 (14) di SITA, il contribuente può usufruire delle deduzioni sui crediti non limitati da termini di decadenza, il cui valore corrisponderà ad una determinata percentuale del valore nominale dei crediti stessi:

(a) fino al 20% se in ritardo per più di 360 giorni,

(b) fino al 50% se in ritardo per più di 720 giorni, e

(c) fino al 100% se in ritardo per più di 1.080 giorni.

Lotta contro la frode nel settore dell’IVA

Attuazione del Reg. UE 79/2012 che stabilisce le modalità d’applicazione di talune disposizioni del Reg. (UE) No 904/2010, relativo alla cooperazione amministrativa ed alla lotta contro la frode nel settore dell’IVA; questo è stata pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea il 29/2/2012 e prevede lo scambio automatico di informazioni per quanto riguarda:
- informazioni sugli operatori: in particolar modo, per quelle informazioni relative all’assegnazione del numero di partita IVA ai soggetti tassabili residenti in un altro Stato membro dell’UE e le informazioni sui rimborsi IVA a tali soggetti passivi secondo la direttiva n.2008/9/ES.
- Informazioni sui nuovi mezzi di trasporto: in particolare, le informazioni inerenti  nuovi mezzi di trasporto esenti d’IVA.

Procedure contabili

Le procedure contabili per gli imprenditori sono state modificate con il decreto n. MF/27262/2011-74 del 14 dicembre 2011. Il decreto è stato pubblicato nel Finančný spravodajca [Bollettino Finanziario] n ° 13/2011 ed è entrato in vigore l’1 gennaio 2012.
Modifiche più rilevanti:
-    I titoli detenuti per la negoziazione deve essere valutati al momento dell’acquisto al valore di mercato.

-    A seguito delle modifiche apportate alla legge sulla contabilità, lo scambio dei prezzi per le operazioni contabili deve essere specificato relativamente ai pagamenti effettuati e ricevuti ed i cambiamenti relativi alle passività o
ai crediti dovranno essere registrati in ulteriore specifico conto.

-    E’ necessario che i sotto-registri per attività non correnti ( ndr: non in corso) contengano anche le seguenti informazioni: le attività soggette a sgravio, le sovvenzioni o i contributi concessi per attività non correnti, i pegni su attività non correnti etc.

L‘IVA relativa al periodo in cui un entità contabile doveva essere soggetta all’IVA deve essere contabilizzata come segue:

1: I ricorsi per la detrazione dell’IVA dovrebbero essere: addebitati sul conto 343 – Imposta sul valore aggiunto, e accreditati sul conto 648 – Altri proventi di gestione.

2: L’obbligo di versare l’IVA dovrebbe essere: addebitati sul suo conto 548 – Altri oneri di gestione, e accreditati sul conto 343 – Imposta sul valore aggiunto.

3: Se un bene è stato rubato, il pagamento dell’IVA per un importo dedotto ai sensi della legge in materia di IVA deve essere addebitato sul conto 549 – Carenze e danni, e accreditati sul conto 343 – Imposta sul valore aggiunto.

4: C’è un cambiamento nella definizione e nel riconoscimento delle sovvenzioni. Le sovvenzioni vengono definite come un pagamento, futuro o passato, che deve essere contabilizzato laddove sia praticamente certo che tutte le condizioni relative al contributo, saranno soddisfatte e, allo stesso tempo, il contributo sarà concesso.

Leasing finanziario

Il Parlamento slovacco ha approvato il 1 FEBBRAIO 2012 un emendamento ad una serie di atti, mediante il quale è stata modificata la legge sull’imposta sul reddito mentre il deprezzamento di leasing speciale è stato reintrodotto per i contratti di leasing finanziari. L’emendamento è stato già firmato dal Presidente e pubblicato nella Raccolta delle leggi. La modifica entrerà in vigore l’1 marzo 2012.

Dichiarazione dei redditi

Il ministero delle finanze slovacco ha pubblicato una nuova notifica alla guida al completamento delle dichiarazioni IVA (sulla metodologia per il completamento della riga 28) e una notifica sulla correzione di un errore nel testo della guida al completamento della dichiarazione dei redditi nel Bollettino finanziario.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags: , , ,

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom