Top

La nuova regolativa per gli stranieri soggiornanti in Slovacchia

febbraio 20, 2012 by Italo 

Dal 1° gennaio 2012 è entrata in vigore la nuova legge n. 404/2011 riguardante il soggiorno di stranieri nella Repubblica Slovacca. Questa nuova legge va a sostituire la legge n. 48/2002, non introducendo cambiamenti significativi. Infatti, la struttura della nuova regolativa è rimasta uguale modificando solamente la continuità logica di determinate disposizioni. La formulazione di alcune sezioni è stata precisata, soprattutto nell’ambito di interpretazioni poco chiare e quelle volte a garantire la compatibilità con le disposizioni legislative dell’Unione Europea. La nuova legge definisce con più chiarezza alcuni termini già noti e d’altra parte ne introduce dei nuovi.

Le modifiche più significative per i cittadini UE sono le seguenti:

  • I cittadini dell’Unione Europea, titolari di una carta d’identità o passaporto possono rimanere, senza alcuna condizione o formalità aggiuntiva, in Slovacchia solo per tre mesi dalla data della loro entrata in Slovacchia.
  • I cittadini dell’UE sono tenuti a notificare all’ufficio competente della polizia l’inizio del loro soggiorno in Slovacchia entro dieci giorni lavorativi dalla data della loro entrata in Slovacchia.
  • I cittadini comunitari, che soggiornano in Slovacchia per più di tre mesi, sono tenuti a registrare il loro soggiorno. Questi devono presentare di persona un documento ufficiale presso il dipartimento di polizia entro 30 giorni dopo i 3 mesi dalla data di entrata in Slovacchia.
  • I cittadini dell’UE possono chiedere al dipartimento di polizia di rilasciare loro una carta di soggiorno chiamata “Carta di soggiorno per cittadini europei” valida per un massimo di cinque anni. Ai familiari dei cittadini europei viene rilasciato un permesso di soggiorno, chiamato “Carta di soggiorno per familiari dei cittadini europei”, valido anche questo per un periodo massimo di cinque anni.
  • I cittadini comunitari hanno anche il diritto di avere una residenza permanente, se sono regolarmente e ininterrottamente presenti in Slovacchia per cinque anni successivi (a determinate condizioni la residenza permanente può essere concessa, anche se la permanenza legale e continua in Slovacchia è stata inferiore di cinque anni ). La presenza continua è definita anche come assenza temporanea per non più di sei mesi nell’anno solare, o assenza per non più di dodici mesi successivi a causa di gravidanza o maternità, malattia grave, studi, educazione, trasferimento estero o altri gravi motivi.
  • I cittadini UE che hanno ottenuto la residenza permanente, o che rimangono in Slovacchia per più di tre mesi, sono tenuti a segnalare ogni interruzione volontaria della loro residenza in Slovacchia ed il paese in cui hanno intenzione di viaggiare.

Disposizioni temporanee:

  • Il primo permesso di soggiorno permanente, rilasciato ai sensi della normativa precedente è considerato come residenza permanente in base a questa nuova legge.
  • I cittadini comunitari che soggiornano in Slovacchia per più di tre mesi, e che non hanno registrato il loro primo permesso o altri permessi in base alle normative precedenti, sono tenuti a registrare la propria residenza in Slovacchia fino al 30 gennaio 2012.

I cambiamenti più significativi per cittadini extracomunitari sono i seguenti:

  • I cittadini extracomunitari hanno diritto di presentare un ricorso contro il rigetto della domanda di visto e contro l’abolizione o la cancellazione di un visto già concesso.
  • I cittadini extracomunitari possono presentare domanda di soggiorno temporaneo, di persona presso gli uffici della polizia degli esteri slovacca, se sono residenti in Slovacchia legalmente (ad esempio con un visto concesso).
  • La nuova legge fornisce informazioni più dettagliate circa i documenti necessari per ottenere un permesso di soggiorno in Slovacchia.
  • Se la domanda di permesso di soggiorno è stata approvata, i cittadini extracomunitari ne riceveranno una comunicazione scritta.
  • I cittadini extracomunitari che hanno ottenuto un permesso di soggiorno temporaneo per motivi di famiglia sono autorizzati a svolgere attività lavorative immediatamente dopo l’ottenimento della residenza temporanea.
  • In conformità con la direttiva comunitaria, una “Carta Blu dell’Unione europea” è stata introdotta. Gli intestatari della carta blu sono intesi come lavoratori altamente qualificati provenienti da paesi extra UE, che possono soggiornare e lavorare in Slovacchia col fine di svolgere lavori altamente qualificati.
    Effettuare un lavoro altamente qualificato richiede qualifiche professionali più elevate, sostenute da un diploma universitario o dalla prova di professionalità nel settore in esame, per più di cinque anni, che è paragonabile ad una formazione universitaria.
  • Il datore di lavoro è tenuto a comunicare al dipartimento di polizia, per iscritto, la cessazione di un contratto di lavoro con un cittadino extracomunitario, entro i tre giorni lavorativi successivi.
Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags: , , , ,

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom