Top

Business Breakfast con Pierluigi Collina: l’importanza della velocità nelle decisioni

maggio 11, 2011 by Italo 

“In questo lavoro, come anche nelle attività imprenditoriali” è un elemento di fondamentale importanza saper comunicare, e saper spiegare le motivazioni delle proprie decisioni, perché, se si è in grado di comunicare, le proprie scelte vengono accettate, e soprattutto rispettate”.

Le parole di Pierluigi Collina al Business Breakfast organizzato dalla CCIS e VÚB Banka, definiscono bene il profilo di chi è stato arbitro di fama e classe mondiale, e che oggi ha portato la propria esperienza in un’attività di consulente finanziario.

Collina060511_ 081

Le analogie tra arbitrato e impresa proseguono sono ben marcate nei passaggi decisionali: “è necessario saper prendere delle decisioni in pochi decimi di secondo, senza essere sicuri al 100% di cosa è accaduto, sapendo che la tua decisione può cambiare totalmente il risultato di una partita”.

La storia che lo ha portato da giocatore a direttore di gara inizia all’età di 17 anni: “la scelta di seguire un corso per arbitri è giunta quasi per caso, a seguito di un consiglio dato da un amico, pensando che sarebbe stata solo un’attività temporanea”.

Nel corso degli anni, questa figura professionale ha subito numerose modifiche. Prima di tutto il direttore di gara non è più una sola persona, ma un team vero e proprio. “A certi livelli diventa difficile riuscire a controllare ogni singolo elemento, per questo l’arbitro si avvale di una squadra: guarda linee, quarto uomo. Ogni soggetto ha il suo ruolo, e l’esito finale equivale alla somma dei risultati di ogni singolo uomo: se il lavoro di una sola persona è mediocre, allora il lavoro di tutto il team risulterà essere mediocre”.

“Il gioco ha raggiunto una velocità notevole, grazie anche alle tipologie di allenamento che permettono ai giocatori di raggiungere elevate caratteristiche fisiche, e lo sviluppo delle tattiche di gioco rendono complesso il lavoro di un arbitro”.

Alla luce di questi sviluppi, un arbitro deve avere determinate caratteristiche e capacità: in primo luogo, deve essere un atleta, per poter seguire il gioco nonostante la velocità dei giocatori; deve conoscere tutti i dettagli, dalle strategie di gioco alle caratteristiche dei calciatori, al fine di poter prevedere i possibili sviluppi della partita; deve avere una buona propensione per il lavoro in team, fidarsi dei colleghi e imparare a “delegare”. Caratteristiche e capacità che, anche se acquisite su un campo da calcio, possono essere adattate al campo della gestione aziendale.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags:

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom