Top

Dodicimesi celebra con un reportage la “brescianità” in Slovacchia

dicembre 22, 2010 by Italo 

La rivista Dodicimesi, il cui tema principale è l’economia e la cultura bresciana, ha dedicato un dettagliato articolo alla Slovacchia e a due manager e un imprenditore protagonisti nelle attività della CCIS.

dodicimesi-titolo

I due manager

Sono Michele Bologna, responsabile delle relazioni esterne di Slovenske Elektrarne (Gruppo Enel) e Vice-Presidente Vicario della CCIS, e di Alessandro Villa, Segretario Generale della CCIS.

L’imprenditore

Si tratta di Giorgio Pizzamiglio, Consigliere della CCIS, il quale ha permesso a molte aziende bresciane di ottenere la dislocazione sul territorio slovacco attrevarso la consulenza della sua azienda Progesa.

dodicimesi-pizzamiglio

La Slovacchia

Dodicimesi celebra la Slovacchia come un piccolo paese capace di crescere a ritmi doppi rispetto a quelli occidentali. Una sorta di “Svizzera dell’est”: civile, dotata di infrastrutture funzionali e un ambiente ecologicamente protetto. La capitale, Bratislava, non è in nulla differente, se non per le dimensioni, da una capitale occidentale.

In un economia in forte aumento (in media il 5% annuo, nonostante la crisi) è dimostrato come le aziende straniere si integrino in fretta, grazie a un trattamento fiscale morbido e all’ordine e alla sicurezza economica. A queste caratteristiche si aggiunge la possibilità di trovare senza fatica manodopera a costi bassi e poter così competere in campo internazazionale.

Le opinioni

Nelle loro interviste, Michele Bologna e Alessandro Villa parlano di aggregazione e cooperazione tra imprese. “Nella filiera dell’impiantistica” commenta Bologna “le singole imprese possono competere con i grandi concorrenti francesi e tedeschi solo se si aggregano e consorziano”.

Alla domanda “perché internazionalizzare in Slovacchia?” Alessandro Villa descrive le favorevoli condizioni industriali, istituzionali e strutturali del Paese. “La Slovacchia è pronta a promuovere e incentivare le Pmi che vogliano investire.

In particolare l’attenzione degli intervistati è concentrata sullo sviluppo, da parte dell’Enel Slovacca, di due nuove centrali nucleari nell’immediato futuro. Un’affare da 3,5 miliardi di euro di investimento, in cui l’80% degli appalti deve ancora essere assegnato. “Ecco perché per le piccole e medie imprese è il momento di farsi avanti” conclude Villa. “Come già abbiamo illustrato l’estate scorsa in un’incontro alla Camera di Commercio di Brescia.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags: , , , , , , , ,

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom