Top

Nasce il Centro di Formazione Italo-Slovacco: per aumentare la competitivita delle imprese tramite il rapporto con il territorio

settembre 16, 2010 by Italo 

Come rispondere ai bisogni delle imprese italiane e del loro territorio di riferimento, valorizzando l’esperienza didattico‐formativa di un liceo bilingue attivo a Bratislava da quasi 20 anni e la preparazione dei suoi docenti?

4172483812_165ce85c84_o

Partiamo dai bisogni.

  • Sempre più aziende e imprese italiane richiedono corsi di formazione linguistica italiana per il proprio personale slovacco, ai quali si affianca talvolta anche la necessità di apprendimento dello slovacco di base per i dipendenti italiani.
  • Il territorio risponde con sempre più numerosi insegnamenti di Italianistica presso le Università e presso gli istituti scolastici pubblici e privati che scelgono di adottare l’insegnamento dell’Italiano come seconda o terza lingua. Ma manca un network che promuova collaborazioni tra insegnanti di italiano, istituti, imprese e realtà in tutta Slovacchia.

Passiamo all’esperienza.

  • Il Gymnázium ul. Ladislava Sáru di Bratislava,  a seguito di un accordo intergovernativo, siglato dai Ministeri Italiani della Pubblica Istruzione e degli Affari Esteri, e dal Ministero Slovacco della Pubblica Istruzione, possiede dal febbraio 1991 una Sezione Bilingue, dove vengono insegnate in lingua italiana pressoché tutte le discipline, dove gli studenti conseguono il doppio diploma di maturità e dove operano una quindicina di insegnanti in lingua italiana di cui quattro madre-lingua.

Il risultato è la nascita il Centro di Formazione Italo-Slovacco (CeFIS) da un accordo fra il Gymnázium Sáru e la Camera di Commercio Italo-Slovacca di Bratislava.

3637497629_eca8b6bd63_o

L’accordo prevede operatività da parte di entrambi i sottoscrittori del contratto:

il Gymnázium Sáru fornirà al CeFIS la sede attrezzata con aule e materiali didattici, la direzione scientifica, la segreteria didattica, l’organizzazione, il reperimento e la qualificazione dei docenti.

la CCIS è invece impegnata a orientare i propri soci a destinare il 2% delle imposte alle attività del Centro, a reperire altre forme di finanziamento, a gestire la comunicazione delle attività ed alla conduzione finanziaria complessiva del Centro.

In concreto, di cosa si occuperà il CeFIS?

Le attività didattiche saranno:

  • 1.    Corsi di Italiano, corrispondenti ai livelli del Quadro di Riferimento Europeo delle Lingue
  • 2.    Corsi di Slovacco, corrispondenti ai livelli del Quadro di Riferimento Europeo delle Lingue
  • 3.    Corsi in accordo con la società Dante Alighieri, per il conseguimento del Certificato PLIDA
  • 4.    Corsi di insegnamento dell’Italiano in forme specialistiche (giuridico, tecnologico, ecc.)
  • 5.    Corsi per il rilascio dell’attestato di competenza all’insegnamento della lingua italiana in Slovacchia.

Istituzione di un Coordinamento Nazionale dei Docenti di Italiano nelle scuole e nelle università della Slovacchia aiuterà a perseguire i seguenti obiettivi:

  • 1.    Garantire continuità di confronto, di aggiornamento e di formazione sulla didattica della lingua e su temi di riflessione culturale, attraverso periodici seminari e convegni su scala nazionale, in accordo con università italiane
  • 2.    Sviluppare un programma per l’incentivazione dell’insegnamento dell’Italiano, come seconda lingua, presso scuole statali o private slovacche con costruzione di un elenco di insegnanti italiani, neolaureati e/o pensionati, disponibili a trascorrere periodi di insegnamento, da quattro mesi a un anno, presso gli istituti scolastici slovacchi, superiori o elementari, che si rendano disponibili alla loro assunzione quali docenti o lettori di lingua italiana. Istituzione di borse (quadrimestrali o annue) per integrare lo stipendio fornito dalla scuola slovacca ai docenti madrelingua assunti dall’Italia.
  • 3.    Favorire collaborazioni fra le università  slovacche ed italiane – sopratutto quelle ad indirizzo scientifico – offrendo corsi di lingua italiana, borse di studio, tirocini presso le aziende, condivisione di programmi didattici, scambi di insegnanti ecc.
  • 4.    Realizzare l’organizzazione di corsi di formazione specifica, richiesta dalle aziende italiane che operano in Slovacchia ( da tenere non necessariamente in lingua italiana)

4172483816_afc3908801_o

Le iniziative su temi geopolitici ed economici sono volte ad orientare nella lettura della realtà globale contemporanea e alla crescita di una condivisa cittadinanza europea.

Il Centro svilupperà il percorso già avviato dal Gymnázium L. Sáru e dalla CCIS e che ha già portato alle realizzazione di convegni quali “L’Italia è una Repubblica Democratica fondata sul lavoro”, “L’Europa a vent’anni dall’Ottantanove”, “1989-2009: L’Europa a vent’anni dalla Rivoluzione di Velluto”.

I prossimi appuntamenti in quest’ambito sono già programmati:

  • 1.    Bratislava, il 24 settembre 2010. Convegno intitolato “Il tempo della responsabilità – formazione, impresa e globalizzazione”, nell’ambito del programma Il valore civile del lavoro, realizzato fra le Camere di Commercio di Bratislava e di Bergamo.
  • 2.    Bratislava, novembre/dicembre 2010. Convegno intitolato “La norma in movimento. Quale italiano insegnare?” Con il coinvolgimento degli istituti di italianistica delle Università di Bratislava, di Nitra e di Banská Bystrica, dei Comitati della Dante Alighieri di Košice, di Nitra e di Bratislava e con richiesta di collaborazione all’Istituto Italiano di Cultura di Bratislava, l’iniziativa è volta anche ad avviare un coordinamento permanente degli insegnanti di italiano operanti su tutto il territorio.

Secondo l’accordo il Gymnázium Sáru fornirà al CeFIS la sede attrezzata con aule e materiali didattici, la direzione scientifica, la segreteria didattica, l’organizzazione, il reperimento e la qualificazione dei docenti.

La Camera di Commercio Italo-Slovacca è invece impegnata a orientare i propri soci a destinare il 2% delle imposte alle attività del Centro, a reperire altre forme di finanziamento, a gestire la pubblicizzazione delle attività ed alla conduzione finanziaria complessiva del Centro. I rappresentanti della Camera e del Gymnázium costituiranno un organo direttivo del centro.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags: , , ,

Comments

One Response to “Nasce il Centro di Formazione Italo-Slovacco: per aumentare la competitivita delle imprese tramite il rapporto con il territorio”

  1. Ferdinando Leonzio on agosto 15th, 2012 17:36

    Iniziativa molto interessante. Sono un insegnante italiano in pensione che vive a Bratislava. Mi piacerebbe tanto collaborare, anche gratuitamente.

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom