Top

In una società fluida la formazione deve insegnarci a gestire la complessità

settembre 27, 2010 by Italo 

Nella società fluida, sempre più veloce, globalizzata e informatizzata, i giovani hanno bisogno di imparare nozioni, ma soprattutto dovrebbero far proprie soft skill come l’elasticità mentale, la capacità critica, la prontezza di reazione, l’accettazione e comprensione della diversità: competenze indispensabili e cruciali per affrontare in modo maturo e competitivo le sfide imposte dalla società e dell’ambiente economico di oggi e di domani.

Questo è quanto è emerso durante il Convegno di venerdì 24 settembre intitolato “Il Tempo della Responsabilità – Formazione, Impresa e Globalizzazione”, che ha inaugurato l’attività del Centro di Formazione Italo-Slovacco di Bratislava.

IMG_3770
Il tema della Responsabilità Sociale d’Impresa (CRS) sta assumendo un’importanza crescente nel dibattito europeo e locale: appare ormai chiaro che oggi l’azienda non possa più avere come unico obiettivo la realizzazione di un profitto. La vita e l’attività d’impresa non coinvolgono solamente le persone che in essa lavorano, bensì tutto l’ambiente nel quale opera.

L’imprenditore o il dirigente deve essere in grado di assumersi la responsabilità che deriva dallo svolgimento dell’attività economica in una società civile, formata da persone diverse con bisogni diversi. Questo crescente impegno assunto dal settore produttivo può apportare benefici concreti alla comunità di riferimento in termini di sensibilità ambientale, miglioramento delle infrastrutture, promozione della cultura e della formazione, tutela del patrimonio artistico e culturale.

IMG_3786

Allo stesso tempo, tali azioni possono risultare vantaggiose anche per le imprese stesse, ad esempio dal punto di vista della visibilità, della reputazione, della competitività.

L’importanza della formazione.

In particolare, attualmente il settore industriale e dei servizi sta concentrando molti sforzi sui giovani e la loro educazione. In un ambiente economico sempre più complesso e competitivo, la scuola non è più sufficiente per una formazione completa e poliedrica: è necessario ricevere stimoli da ambienti diversi (come quello lavorativo, appunto, o quello istituzionale), entrare in contatto con culture di altri paesi e imparare a comunicare in modo adeguato con una pluralità di individui, acquisire una forma mentis che permetta di interpretare e valutare situazioni complesse.

All’evento, presieduto da Vito Bovoli, AD di EDAS a.s., hanno partecipato, tra gli altri, il Professor Vitali, docente del Gymnázium ul. Ladislava Sáru di Bratislava, il Professor Ceruti, Senatore della Repubblica Italiana, e il Professor Arcangeli, docente dell‘Università di Banská Bystrica e dell’Università di Cagliari.

IMG_3729

I tre intervenuti hanno sottolineato l’importanza dell’educazione nella società odierna. È stata più volte posta l’attenzione sul ruolo “responsabile” che possono (e devono) assumere le imprese in questo percorso di educazione alla “gestione della complessità”.

Inoltre, è stata ribadita l’importanza rivestita dallo studio delle lingue straniere, strumento non solo di comunicazione tra individui, ma vero e proprio mezzo di conoscenza e scambio culturale. Per questo l’obiettivo del Centro di Formazione Italo-Slovacco non può fermarsi all’insegnamento della lingua italiana in Slovacchia, ma esso aspira a diventare un vero e proprio ponte culturale tra Italia e Slovacchia e tra ambiente lavorativo e studenti, intraprendendo un’attività didattico-formativa di ampio respiro in grado di portare all’attenzione di un pubblico diversificato temi cruciali, proprio come è avvenuto nel caso del Convegno di venerdì.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags: , , , , , ,

Comments

One Response to “In una società fluida la formazione deve insegnarci a gestire la complessità”

  1. strumenti musicali accordo on settembre 27th, 2010 19:21

    sono d’accordo

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom