Top

Puntare su innovazione e istruzione: parla Róbert Šimončič, ex uomo Microsoft

luglio 21, 2010 by Italo 

Un paese ben posizionato all’interno dello scenario globale e l’aumento della cooperazione internazionale delle Agenzie governative per lo sviluppo. Sono questi i due principali obiettivi dell’attuale economia slovacca secondo Róbert Šimončič dopo poche settimane dalla sua nomina a direttore dell’agenzia SARIO, l’Agenzia della Repubblica Slovacca per lo Sviluppo del Commercio e gli Investimenti.

Indicato dal precedente governo slovacco come la persona ideale a guidare l’agenzia SARIO in un mercato globale in rapido sviluppo che non perdona l’inerzia,  precendentemente ha ricoperto la carica di direttore generale della divisione Microsoft Dynamics per l’Europa Centrale e Orientale (divisione dotata anche di blog).

Il suo approccio strategico e i suoi metodi strettamente scientifici hanno fatto di lui un manager rispettato e conosciuto nel mondo del business non solo in Slovacchia.

simoncic-sario

Il posizionamento all’interno dello scenario globale. Nella breve chiacchierata che abbiamo avuto, il neo direttore ha parlato di una Slovacchia che ha bisogno di essere riconoscibile e riconosciuta anche fuori dal contesto del CEE.

“Oggi non ci sono paesi concorrenti della Slovacchia, c’è un mercato globale dove la Slovacchia deve posizionarsi per risultare tra i primi posti per i potenziali investitori”.

I presupposti ci sono: cultura del lavoro, posizione geografica e costi contenuti. La Slovacchia però deve saper attrarre gli investimenti che sono strategicamente convenienti per il paese. In base agli asset del paese, una buona strategia è portare l’economia slovacca ad investire nello sviluppo delle competenze tecnologiche e di innovazione.

Ma per attrarre un certo tipo di investimenti, anche il Governo deve fare la sua parte: ancor prima di riformulare gli incentivi in tal senso, bisogna stimolare l’ambiente accademico e dedicarsi al continuo miglioramento dell’istruzione.

L’aumento di produttività del sistema Slovacchia è l’unica strada per mantenere la capacità di attrarre gli investimenti esteri a fronte del crescente costo del lavoro dovuto alla crescita economica della zona CEE.

SARIO-bratislava

Cooperazione internazionale. Un ruolo importantissimo nell’attrarre investimenti esteri lo ricoprono, secondo il direttore di SARIO, le Camere di Commercio estere presenti in Slovacchia. Come ex Presidente della Camera di Commercio Americana in Slovacchia, Šimoncic è pienamente cosciente dell’importanza dell’esperienza che le Camere raccolgono nell’aiutare ad attirare gli investimenti. Senza dimenticare ovviamente il sistema delle relazioni con gli investitori già presenti nel paese.

Il cambio più importante che il nuovo direttore porta nell’agenzia SARIO da questo punto di vista è l’introduzione degli obiettivi condivisi tra le Camere di Commercio estere presenti sul territorio slovacco e la stessa agenzia.

Il suo desiderio per il futuro? L’allargamento della cooperazione tra le agenzie di tutti i paesi dell’ EU per poter formulare una strategia comune per gli investimenti esteri al livello Europeo.

L’intervista è in slovacco, ma è possibile visualizzarne i sottotitoli o scaricare qui il testo.

Queste le domande:

      Digg This
      Reddit This
      Stumble Now!
      Buzz This
      Vote on DZone
      Share on Facebook
      Bookmark this on Delicious
      Kick It on DotNetKicks.com
      Shout it
      Share on LinkedIn
      Bookmark this on Technorati
      Post on Twitter
      Google Buzz (aka. Google Reader)
      Tags: , , ,

      Comments

      Lascia un commento





      Spam Protection by WP-SpamFree

      Bottom