Top

Transfer pricing: i consigli utili di PricewaterhouseCoopers per non incorrere in sanzioni e risparmiare soldi e tempo

aprile 28, 2010 by Italo 

pricewaterhousecoopers

Nel Tax & Legal Alert di aprile parliamo di transfer pricing, cioè una serie di regole “che hanno lo scopo di impedire alle multinazionali di trasferire i profitti da una giurisdizione fiscale con un’aliquota fiscale più elevata, o con un regime fiscale meno vantaggioso, ad un’altra giurisdizione fiscale che di solito ha un regime fiscale più conveniente e favorevole”.

Ce ne parla Alexandra Jašicová, Tax Manager di PwC Slovakia, che in quattro punti spiega quali sono gli aspetti più importanti cui tenere conto per non incappare in inutili sanzioni. Con l’avvento della crisi economica, infatti, le amministrazioni fiscali hanno iniziato a svolgere verifiche fiscali focalizzate.

In Slovacchia la normativa vigente è molto rigorosa mentre le multinazionali con la sede principale in altri paesi spesso si portano dietro un atteggiamento troppo rilassato.

Come fare quindi per presentarsi con tutti i documenti in regola al momento delle verifiche fiscali? Principalmente “adottare un approccio ex ante piuttosto che ex post, al momento della progettazione delle transazioni” e “presentare una corretta documentazione del processo”.

Per saperne di più potete ascoltare direttamente l’esperienza della Tax Manager di PwC:

Cosa sono i “prezzi di trasferimento”?

Come le multinazionali fanno fronte ai vincoli sanciti dalle normative?

Quali sono i rischi e quanto dura il tempo di esposizione?

Cosa possono fare le multinazionali per eliminare i rischi?

Per la visualizzazione dei sottotitoli in italiano:

sub

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags: , , , , , , ,

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom