Top

La ripresa vista dall’EST Europa: parlano gli analisti e gli imprenditori

settembre 23, 2009 by Italo 

La crisi dell’economia mondiale ha toccato il fondo nel 2009 e il rilancio è arrivato prima di quanto ci si attendeva: viste le tendenze, le stime conducono ad un incremento di crescita per l’anno prossimo.

Ecco la sintesi dell’incontro tra i capi economisti di VUB Banka e di Unicredit insieme agli imprenditori e soci della Camera di Commercio Italo-Slovacca a Bratislava durante il forum 2010: prospettive di ripresa.

Ma dopo gli stimoli fiscali?

Zdenko Štefanides di VÚB ha spiegato come dopo l’aiuto, anche congruo in alcuni settori e dopo la reintegrazione delle riserve, la sostenibilità del rilancio rimane tuttavia incerta.

I rischi a breve termine risiedono nello sviluppo sul mercato del lavoro e nello sfruttamento esiguo delle capacità produttive nell’industria, oppure nell’incremento inadeguato dei prezzi del petrolio e di altre commodity.

I rischi a medio termine?

Gli eccessivi deficit fiscali, dal crowding out degli investimenti nel settore privato e dal continuo rinvio delle esigenze di indebitamento delle famiglie e delle aziende.

Ján Tóth di Unicredit afferma che la crisi mondiale ha colpito duramente la Slovacchia, paese fortemente esportatore. Allo stesso tempo, dopo la fase di calo, spuntano alcune opportunità.

Fortunatamente le basi fondamentali  dell’economia slovacca nel lungo termine non sono cambiate radicalmente nel corso della crisi mondiale e in molti settori c’è alto tasso di competitività.

Comunque il trend ora è abbastanza prevedibile, considerato che i produttori devono affrontare enormi pressioni sui margini a causa della domanda interna scarseggiante.

La buona notizia?

La parte peggiore del ciclo produttivo l’abbiamo ormai alle spalle.

Quella cattiva?

Emergono le minacce fondamentali: crescita delle tasse dopo le elezioni e lo sviluppo inaspettato dopo l’adozione dell’euro.

E quali sono le impressioni dei testimoni diretti, gli imprenditori?

Guido A. Longhitano, Lucio Masutti, Michal Géci, Vito Bovoli, soci della Camera di Commercio Italo-Slovacca di Bratislava rispondono ad alcune domande poste dal Alessandro Villa, Segretario Generale. Qui sotto un breve estratto dei loro interventi in cui descrivono le misure adottate all’interno delle proprie aziende per contenere la crisi ed essere pronti alla ripresa.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom