Top

La Camera di Commercio Italo – Slovacca: un osservatorio privilegiato

marzo 1, 2009 by Italo 

La Camera di Commercio Italo – Slovacca (CCIS) è un’organizzazione non governativa internazionale, nata come libera associazione senza scopo lucro a carattere bilaterale. Ufficialmente riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico, è membro di Assocamerestero, l’associazione che riunisce le Camere di Commercio Italiane all’Estero in sinergia con Unioncamere.

2008-11-12-04-53-23_p

La CCIS favorisce, sostiene, salvaguardia la cooperazione e le relazioni commerciali, industriali, finanziarie e culturali tra Italia e Repubblica Slovacca. Supporta le imprese, gli operatori, gli enti nel processo di internazionalizzazione e promozione.
Attiva da dieci anni nella storica sede nel centro di Bratislava, la Camera di Commercio Italo – Slovacca è votata alla continua innovazione del tessuto imprenditoriale italiano  ed al continuo sviluppo dell’economia locale.

location-slovakia

Quattro i suoi punti cardini: competitività, ricerca, tecnologie dell’informazione, scienze dell’organizzazione.

La CCIS ha visto più che triplicare il numero dei propri associati a partire dal 2004, passando dai ca. 80 associati agli attuali ca. 280 soci. A fronte dello studio realizzato dall’Ambasciata d’Italia in collaborazione con la CCIS, è emerso un insieme di ca. 450 imprese di diritto slovacco operanti e riconducibili a capitale o presenza italiana. Dato che pone la CCIS quale rappresentante di più del 60% delle imprese ‘italiane’ presenti in loco. Un risultato certamente importante, anche considerata la possibilità di annovarare tra i propri associati l’intero insieme delle prime cento imprese ‘italiane’ in Slovacchia, e per fatturato complessivo e per numero di impiegati.

Il lavoro ed i servizi prestati dalla CCIS, in particolare a partire dal 2004 fino ad oggi, sono caratterizzabili, nella maggioranza dei casi, come attività di supporto a processi di riposizionamento di siti e linee produttive italiane in territorio slovacco.

Il costo e la disponibilità di manodopera qualificata, il costo dell’energia elettrica e della valuta locale, la politica fiscale adottata, la cultura industriale cecoslovacca sono stati fattori decisivi che hanno spinto decine di imprese produttive a riposizionarsi in Slovacchia. La crescita importante del numero di associati è dipeso dalla capacità della CCIS di prestare ottimi servizi di accompagnamento allo start-up d’impresa.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Tags: , ,

Comments

Lascia un commento





Spam Protection by WP-SpamFree

Bottom